· 

In che consiste la VISITA ORTOPEDICA?

Cos’è la visita ortopedica?

La visita ortopedica è una visita concentrata sullo stato di salute dell'apparato locomotore, cioè delle ossa, delle articolazioni e dei muscoli, sia in condizioni normali che in seguito a traumi. A condurla è uno specialista ortopedico.

Chi è l’Ortopedico?

L'Ortopedico è il medico specializzato in ortopedia, la branca medico-chirurgica dedita alla salute dell'apparato muscolo-scheletrico.

L'ortopedico è in possesso di numerose competenze: conosce approfonditamente l'anatomia e la fisiologia di ossa, cartilagini, articolazioni, legamenti, muscoli e tendini; sa riconoscere e trattare le patologie che colpiscono l'apparato locomotore (fratture ossee, artrosi ecc.); è un esperto di prevenzione delle sofferenze a carico dell'apparato muscolo-scheletrico; ecc.

L'ortopedico moderno può ultra-specializzarsi in alcune parti del corpo, come per esempio l'ortopedia di gomito e spalla, l'ortopedia di anca e ginocchio o l'ortopedia della colonna vertebrale.

L'ortopedico è il medico chirurgo specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione degli infortuni e delle patologie che possono colpire l'apparato muscolo-scheletrico, in altri termini è il medico specializzato in Ortopedia.

A cosa serve la visita ortopedica?

La visita ortopedica permette di studiare la struttura e la funzionalità dell'apparato locomotore per diagnosticare patologie acute, croniche o degenerative a carico della colonna vertebrale, degli arti superiori (spalla, gomito, mano e polso) o degli arti inferiori (anca, ginocchio, piede e caviglia). Fra le più frequenti sono incluse l'artrosi, i problemi al menisco, le lesioni ai legamenti del ginocchio e della cuffia dei rotatori, la sindrome del tunnel carpale, l'alluce valgo, il neuroma di morton, la sindrome da compressione del nervo ulnare e la fascite plantare. Inoltre la visita ortopedica può essere utile in seguito a traumi che possono aver leso le strutture dell’apparato locomotore.

Come si svolge la visita ortopedica?

In una fase iniziale la visita ortopedica prevede un’analisi completa delle condizioni cliniche del paziente.Per questo il medico si informerà non solo sui suoi sintomi presenti, ma anche su disturbi con cui ha avuto a che fare in passato, sul tipo di lavoro svolto e sulle attività fisiche praticate.

La visita prosegue poi con l'analisi della struttura e delle funzionalità dell'apparato locomotore. Generalmente, l'esame obiettivo condotto dall'ortopedico comprende una serie di manovre manuali di valutazione, utili alla diagnosi finale.

Queste manovre manuali di valutazione variano in relazione al distretto anatomico sofferente e servono come riscontro della sintomatologia riportata dal paziente.In un paziente che lamenta male al ginocchio, l'ortopedico effettua una serie di manovre manuali utili a testare lo stato di salute di tutte le componente articolari del ginocchio, così da capire cos'è che verosimilmente produce il dolore.Il medico potrebbe ritenere opportuno concentrarsi su aspetti come la postura, la forza muscolare, l'ampiezza dei movimenti, la presenza di gonfiori e i riflessi.

Viene generalmente richiesta per:

– Artrosi
– malattia degenerativa delle articolazioni
– Meniscopatie
– sofferenza dei menischi del ginocchio
– Periartrite
– infiammazione dei tessuti vicino all’articolazione
– Tendinopatie
– sofferenza dei tendini
– Sindrome del tunnel carpale
– sofferenza del nervo mediano al polso

La visita comincia con un’accurata anamnesi del paziente ricostruendo la sua storia clinica: vengono esaminate eventuali malattie in famiglia, traumi pregressi e operazioni chirurgiche effettuate.Questa prima fase è molto utile per identificare anche i piccoli dettagli che possono fare la differenza per elaborare una diagnosi veramente precisa. Successivamente il medico eseguirà l’osservazione e la palpazione dell’area interessata compiendo anche dei test per valutare:

  • Forza muscolare
  • Postura
  • Escursione delle articolazioni
  • Riflessi

Infine lo specialista, per approfondire ulteriormente il caso, potrà richiedere ulteriori esami:

  • Radiografia (RX)
  • Ecografia
  • Risonanza Magnetica (RM)
  • Sonometria Ossea

Terminata la visita il paziente dovrà seguire le indicazioni terapeutiche e ritornare per una o più visite di controllo.

Sono previsti preparativi per la visita?

La visita ortopedica non prevede una preparazione specifica. Il paziente è però invitato a portare con sé eventuali referti di analisi in caso ne avesse di recenti, ad esempio radiografie, che potrebbero essere utili alla valutazione della situazione, in caso contrario come detto in precedenza sarà l’ortopedico a prescriverle se necessario.



A cura di Valerio Gamondi

RIABILITY CONSIGLIA: IN CASO DI DOLORI MUSCOLARI O ARTICOLARI CONTATTATECI E VI SAPREMO CONSIGLIARE SE IL VOSTRO CASO NECESSITI DI UNA VISITA ORTOPEDICA

Scrivi commento

Commenti: 0